Senza titolo

Una donna affranta
Mi passa accanto
Sguardo assente
Occhi vuoti
Neanche si volta
Quando una sirena
Schizza sulla strada
Urlando come il diavolo

Di pessimo aspetto
Porta un collare
Legato a un guinzaglio

Il padrone
Un uomo robusto
Ben piantato
Stringe in mano
Una bottiglia di birra.
Guida la donna
Incurante dei suoi bisogni
Strattonandola
Di tanto in tanto
Ogni volta che si ferma
Ai piedi di un albero

Gettata la bottiglia
Spinge la donna
Dentro il portone di casa.
Lei,
A quattro zampe,
Sale faticosamente
I gradini
Uno a uno.

Provo pena
Per quella donna.
Per tutte le donne
Distratte dall’uomo sbagliato.

Questo è il tempo
Dei guinzagli stretti
Al collo
Delle campane a lutto
Gli ultimi fuochi
di un carnevale sbronzo.

E’ tardi
Perciò me ne torno a casa
Con un altro sasso
Ad appesantire
Le mie tasche.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Poesie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...